Britten, Rutter, Willcocks. Christmas music for children choir

Eleorg024
Formato: 1 CD
CD: Disponibile
Price : 14,50 € + Spedizione
Compositori
Britten, Rutter, Willcocks
Artisti
Corrado Cavalli, organo
Federica Mancini, arpa
Artemusica, coro voci bianche
Debora Bria, direttore
Organi
A. Nava (1902); I. Marzi (1996)
Luogo
Chiesa della Natività di Maria Vergine,
Piobesi Torinese, Torino, Italia
Chiesa di San Pietro in Vincoli,
Castagnole Piemonte, Torino, Italia

Nato all’interno dell’ambito liturgico nelle cappelle del primo Medioevo, il coro di voci bianche rimarrà a lungo nelle cappelle musicali dei più importanti centri musicali europei e la sua peculiarità fu sempre quella di non disgiungere la parte musicale da quella educativa. E’ ben noto che in molti casi era il Maestro di cappella stesso a dover provvedere con il proprio stipendio al mantenimento dei ragazzi e alla loro educazione culturale, insegnando loro non solo la musica ma anche un poco di latino. La grande tradizione del fanciullo cantore nelle cattedrali inglesi è evidenziata dal fatto che alcuni fra i più grandi compositori del tempo iniziarono il loro apprendistato cantando come voci bianche all’interno di alcune di queste istituzioni. Sono nomi come W. Byrd, membro della cappella reale per 5 anni, O. Gibbons, C. Tye, P. Philips, cantore nella cattedrale di St. Paul a Londra. Dopo la decadenza puritana i cori nelle cattedrali rifiorirono nel 1660 con la Restaurazione di Carlo II e salirono ai vertici artistici con Purcell e Haendel. Questa tradizione giunge così fino ai giorni nostri potendo vantare complessi di fama internazionale che continuano a utilizzare le voci bianche al posto di quelle femminili.
Come era avvenuto un tempo, ancor oggi molti musicisti famosi hanno avuto la prima esperienza musicale all’interno del coro di voci bianche, seguendo l’esempio di Orlando di Lasso, J. S. Bach, J. Haydn. La peculiarità del timbro della voce bianca ha sicuramente affascinato la fantasia di molti compositori del ‘900. Non si tratta più di una mera sostituzione della voce femminile, cui per molto tempo fu vietato di cantare in chiesa, ma dell’ utilizzo di uno strumento con soluzioni timbriche e dinamiche differenti. Musicisti come l’eclettico Benjamin Britten vi dedicarono pagine celebri e importanti, dalla celeberrima Ceremony of Carols, altro omaggio alla cultura vocale inglese, fino al maestoso War Requiem, testimonianza di una antica tradizione che attraverso i secoli non ha mai perso di prestigio e di importanza culturale.

Altre notizie su questo CD
Registrato a Piobesi Torinese e a Castagnole Piemonte, Italia, nel 2013
Booklet di 40 pag interamente a colori
Include  un commento musicologico
Contiene  note  biografice sui compositori
Contiene una biografia dell’artista
Contiene una scheda completa dell’organo con disposizione fonica e fotografie

TRACK LISTING

paypal

Carrello

Ricerca nel catalogo

Artista

compositore