Girolamo Frescobaldi. Fiori Musicali

Eleorg017
Formato: 2 CD
CD: Disponibile
Price : 16,50 € + Spedizione
Compositore
Girolamo Frescobaldi
Artista
Luca Guglielmi, organo
Organi
C.Catarinozzi (1695?); F.M. e G.B. Concone (1752?);
G.F. Landesio (metà XVIII sec.)
Luogo
Chiesa Abbaziale dei Santi Pietro e Andrea,
Novalesa, Torino, Italia
Chiesa di San Genesio Martire,
Corio, Torino, Italia
Chiesa di San Verano,
Pinerolo, Torino, Italia

Una delle più importanti raccolte di Girolamo Frescobaldi con la Messa della Domenica, la Messa degli Apostoli e la Messa della Madonna registrate su tre organi storici, tra i più antichi del territorio torinese. I Fiori musicali sono ormai considerati come l’opera più compiuta di Frescobaldi, in certo qual modo il coronamento della sua carriera di compositore. In realtà la loro pubblicazione a Venezia nel 1635 è contornata da un autentico florilegio di capolavori apparsi quasi nello stesso periodo: nello stesso anno una versione completamente rinnovata delle Canzoni strumentali del 1628 e, nel 1637, l’ultima ristampa dei celeberrimi due libri di Toccate (1615 e 1627), con una Aggiunta per il primo libro che contiene, fra le altre cose, le Cento Partite sopra Passacagli, un monumento della musica per clavicembalo. A quest’epoca Frescobaldi doveva certamente aver cominciato a lavorare alla sua opera postuma, undici Canzoni per tastiera (1645), vera e propria summa del genere della canzona, rimasta incompleta, raccolta e pubblicata dopo la sua morte da Alessandro Vincenti. I Fiori sono l’unica opera di Frescobaldi espressamente dedicata all’organo, lo strumento che il ferrarese prediligeva, e la sola che presenta delle composizioni - tre messe per organo - strettamente legate alla sua funzione di organista liturgico. La tecnica musicale dei Fiori riserva a particolari momenti della liturgia l’esecuzione di brani autonomi, sviluppati e indipendenti. A volte questi brani sono trattati in contrappunto severo (Ricercari, Canzoni), a volte in modo da utilizzare motivi desunti dal canto liturgico (Canzon dopo l’Epistola della Messa della Domenica, basata sull’ultimo Kyrie) ma anche su temi popolari senza alcun legame con la liturgia (ultima Canzona dei Fiori basata sulla Bassa Fiamenga, sviluppata anche nei Capricci del 1624), oppure trattati con una scrittura più libera, come nel caso delle contemplative Toccate per l’Elevazione.

Questa funzione di commento sonoro è evidentemente l’occasione, per Frescobaldi, di comporre i brani più ispirati dell’intera sua opera e di elevare quindi i Fiori al livello delle composizioni più paradigmatiche del repertorio organistico europeo.

Altre notizie su questo CD
Registrato a Novalesa, Corio, Abbadia Alpina Italia, nel 2011
Booklet di 40 pag interamente a colori con testi in italiano, inglese e francese
Include  un commento musicologico
Riporta una biografia dell’artista
Contiene una scheda completa dell’organo con disposizione fonica e fotografie

TRACK LISTING

 

paypal

Carrello

Ricerca nel catalogo

Artista

compositore